M° Graziano Semeraro

 

M° Graziano Semeraro………………………………….

SCARICA MANIFESTO – (clicca qui)
INFO BOOKING(clicca qui)

 

 

 

 

 

 


M° GRAZIANO SEMERARO – DISCOGRAFIA
DA SOLISTA
  • 2011 – Franz Listz – Composizioni per organo
  • 2014 – Marco Enrico Bossi – Composizioni per organo
  • 2017 – Antologia di musiche organistiche italiane tra rinascimento e barocco
CON L’ORCHESTRA DEL SETTECENTO 
  • 2005 – Concerto di Natale
  • 2006 – Johann Sebastian Bach – Concerti BWM 1043, 1049, 1060a
  • 2011 – George Philipp Telemann – Don Quichotte – Suite, Concerto per viola, per due viole, Grillen Symphonie
  • 2014 – Concerto grosso – Fatto per la notte di Natale
CON SOLISTI DELL’ORCHESTRA DEL SETTECENTO 
  • 2018 – Alfonso Maria De’ Liguori (1696-1787)

M° GRAZIANO SEMERARO – BIOGRAFIA

Direttore, organista, compositore, clavicembalista e pianista è nato a Ceglie Messapica (BR) nel 1968. Diplomato col massimo dei voti presso i Conservatori “Tito Schipa” di Lecce (Pianoforte, 1989 e Organo, 1991), “Nino Rota”di Monopoli (Clavicembalo, 1996) e “Niccolò Piccinni” di Bari (Composizione, 2010), da più di trent’anni si impegna nella riscoperta e valorizzazione dell’organo e della musica organistica in Terra di Brindisi attraverso varie rassegne organistiche di cui è stato promotore, direttore artistico e consulente (Maggio Organistico Sanvitese a San Vito dei Normanni, Aurora-Terra di Puglia a Latiano, La Girolmeta a Brindisi, ecc.). All’attività concertistica,svolta con successo in Italia ed all’estero, Graziano Semeraro affianca la ricerca musicologica con particolare attenzione per la musica barocca inedita o poco nota e per la musica organistica di compositori pugliesi antichi, moderni e contemporanei, interesse che l’ha portato alla realizzazione di varie pubblicazioni per le Edizioni Carrara di Bergamo tra cui, nel 1995, un’edizione critica in due volumi delle opere per strumenti a tastiera di Leonardo Leo (1694-1744). Autore di svariati lavori di ricostruzione di manoscritti dei secoli XVII e XVIII di compositori italiani e non (realizzati a partire dagli anni ‘90 fino ad oggi), degno di particolare nota risulta il lavoro di ricostruzione ed esecuzione dell’opera omnia musicale di S. Alfonso Maria de’ Liguori (1696-1787), che ha dato vita alla prima edizione scientifica (ed incisione) completa delle musiche di quest’autore. Realizzato e registrato nel 2016, tale lavoro (in due volumi e un doppio CD) pubblicato nel 2018.

In qualità di organista, invece, Graziano Semeraro ha inciso tre CD, tutti editi da Alphard Record e recensiti da Radio 3 RAI.

Didatta fra i più apprezzati in Terra di Puglia, Graziano Semeraro è stato docente di Organo e Composizione organistica presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Ceglie Messapica (BR), titolare di Storia ed Estetica musicale presso il Liceo Socio-Psico-Pedagogico “E. Palumbo” di Brindisi, organista presso la Chiesa San Michele Arcangelo di S. Michele Salentino (BR), titolare della cattedra di Teoria Solfeggio e D.M. presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce.

Attualmente Graziano Semeraro:

  • è titolare della cattedra di Organo e Composizione organistica e dell’insegnamento di Contrappunto e Fuga nei Corsi Accademici presso il Conservatorio “N. Rota” di Monopoli (BA);

  • opera come consulente organario elaborando progetti di manutenzione e restauro di organi a canne sia antichi che moderni;

  • dal 2008 è organista presso la Chiesa del Convento dei Padri Passionisti di Ceglie Messapica;

  • svolge attività di diffusione della musica organistica italiana all’estero attraverso seminari, masterclasses e concerti tenuti presso importanti istituzioni universitarie musicali in Germania, Spagna, Inghilterra e Repubblica Ceca;

  • svolge attività come compositore scrivendo musiche su commissione;

  • dal 2016 è direttore del coro polifonico “Laeti cantores” con sede a Ceglie Messapica;

  • è direttore della Orchestra del Settecento, complesso vocale-strumentale da lui costituito nel 1991, specializzato nell’esecuzione della musica barocca, con cui ha pubblicato quattro CD (uscito nel 2018).

 


CREDITS